Cos'è?

La moxibustione (灸, jiǔ) è una pratica terapeutica tipica della medicina cinese e fa parte delle tecniche esterne.

Può essere abbinata al massaggio o all’agopuntura.

La moxibustione avviene bruciando sopra o in vicinanza della cute della polvere di artemisia (Artemisia vulgaris)  oppure dei sigari di artemisia al fine di ottenere una calorificazione della cute e, di riflesso, di strutture sottostanti e interne.

Il timore di ustioni sussiste solo se la moxa accesa tocca la cute, altrimenti si ottiene un eritema reattivo che indica il successo della pratica, in ogni caso l’eritema scompare nel giro di poche decine di minuti.

 

A cosa serve?

La moxibustione si addice al trattamento di tutte le patologie dominate dal Freddo e dall’Umidità, siano essi penetrati dall’esterno o presenti all’interno (deficit di Yang), nelle patologie croniche come la bronchite e l’asma, sia con presenza di Calore o di Freddo e nelle patologie contraddistinte da forte stasi di QI e Sangue.

  • Velocizza la corrente energetica nei meridiani
  • Disperde il Freddo e l’Umidità
  • Armonizza il rapporto tra QI e Sangue
  • Tonifica lo YANG
  • Si oppone ed espelle le energie patogene mantenendo la salute.